All'asta il mixer con cui venne registrato "The Dark Side Of The Moon"

13/03/2017

Il 10 marzo 1973 veniva pubblicato l'ottavo album dei Pink Floyd "The Dark Side Of The Moon", 42 minuti di rock sperimentale, progressivo, psichedelico, frutto di un lavoro d'avanguardia musicale che lo ha issato tra i dischi migliori o comunque più importanti di tutti i tempi.

L'utilizzo di rumori d'ambiente e di sintetizzatori analogici, abbinati alle melodie degli strumenti, ha richiesto un lavoro di assemblaggio impegnativo al fine di ottenere un prodotto fuori dal comune. E proprio il banco di mixaggio servito per le registrazioni, un EMI TG12345 MK IV di proprietà della Abbey Road Studios, verrà messo in vendita a fine mese, per la gioia degli appassionati più facoltosi.

Lo strumento, costruito interamente a mano, è stato attivo presso gli Studios dal 1971 al 1983, determinante nel realizzare album di artisti di spicco come, oltre alla citata band britannica, Paul McCartney, Kate Bush e George Harrison.

Per questi motivi, quando la casa d'asta Bonhams, il prossimo 27 marzo, a New York, aprirà le offerte, si potrebbero raggiungere delle cifre astronomiche per lo speciale cimelio della storia della musica.

Temistocle Marasco


Vai ai testi dei Pink Floyd

Vai ai testi di Paul Mccartney

Vai ai testi di Kate Bush


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: GOSSIP E CURIOSITÀ