Decapitated: non solo il rapimento, c'è anche lo stupro di gruppo

13/09/2017

I membri dei Decapitated, gruppo metal polacco, sono stati arrestati a Santa Ana dalla polizia californiana con l'accusa di rapimento. I 4 musicisti, dopo il concerto del 31 agosto a Spokane, comune dello Stato di Washington, avrebbero sequestrato per alcune ore una donna che aveva assistito all'esibizione.

A rivelarlo alle autorità locali è stata la stessa donna, che ha inteso denunciare immediatamente quell'incubo vissuto ad occhi aperti.
La band si è difesa dicendo che, dopo lo show, la spettatrice avrebbe passato del tempo con loro di sua spontanea volontà, senza ricevere pressioni o vessazioni, per poi allontanarsi un paio d'ore dopo.

Tuttavia, nelle ultime ore, la posizione dei Decapitated si è aggravata, atteso che si sarebbe consumata anche la violenza sessuale. Secondo quanto dichiarato dalla presunta vittima, lei e una sua amica si erano fermate a fare alcune foto con le band, dopo lo spettacolo. Sarebbero state così invitate dal gruppo polacco a salire sul loro bus per bere qualcosa.

"All'inizio eravamo eccitate dall'idea di salire sul loro bus, finché uno dei membri del gruppo (il batterista Michal Lysejko, ndr) ha iniziato a toccarmi il seno. La situazione è diventata spiacevole, specie quando hanno cominciato a parlare tra di loro in polacco. Da quel momento l'atmosfera è cambiata e ci è sembrato che ci guardassero come delle prede", ha raccontato la donna, aggiungendo particolari angoscianti.

Nell'intento di andare via alla svelta, avrebbe chiesto di andare in bagno, ma il cantante Rafał Piotrowski la seguiva, le spingeva il viso contro lo specchio per poi abusare di lei. Così avrebbero fatto, a turno, anche gli altri musicisti. I 4 avrebbero chiesto anche all'amica di fare sesso orale ma, ad un suo rifiuto, questa sarebbe stata sbattuta fuori dal bus, impietrita dalla paura.

La vittima, invece, sempre secondo la sua ricostruzione, rimaneve lì per un tempo che sembrava infinito e, dopo essere stata aiutata dal chitarrista Wacław Kiełtyka a rivestirsi, sconvolta e umiliata, veniva lasciata per strada, a circa 2 miglia dal luogo in cui si è tenuto il concerto.

Le accuse, se dovessero essere confermate da riscontri oggettivi, porterebbero grossi guai alla band, i cui membri rischiano parecchi anni di carcere.

Temistocle Marasco


Vai ai testi dei Decapitated


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: GOSSIP E CURIOSITÀ