I Negrita fedeli alle origini

20/04/2015

I Negrita, hanno iniziato il tour nei palasport italiani con i brani del nono album, intitolato appunto “9”, già in testa alle classifiche di vendita. Il tour è partito il 10 Aprile da Firenze, poi Milano. E ieri sera 18 aprile al Forum di Assago, quinta data della tournée, su un palco con un maxischermo sullo sfondo e una lunga pedana davanti.

“9” è nato durante “Jesus Christ Superstar”, il musical che hanno rappresentato al Sistina di Roma lo scorso anno, e… “ quel sound di fine anni 60 inizio 70, il funk, la psichedelia, ci è rimasto addosso come una sorta di mantra, ed è entrato in qualche modo nel nostro album” , racconta la band aretina.

“L’album è stato registrato in Irlanda, in mezzo a mucche, prati pecore, in aperta campagna. Nel mitico Grouse Lodge di Rosemount dove hanno registrato Michael Jackson, Muse, Rem, c’era un alone di rock sedimentato in quelle terre, e si subisce la presenza degli artisti irlandesi come degli spiriti guida”.

Tra psichedelia e rock i Negrita ritrovano la loro anima con un repertorio aggressivo e vibrante. Col brano 1988 ricordano il crollo del muro di Berlino, Piazza Tienammen, la vittoria di Solidarnosc. In Poser attaccano i talet show, dichiarando “È la logica del format che non ci piace perché è una scorciatoia illusoria. Il rock nasce nella strada, dal sudore, da viaggi estenuanti, concerti in locali di provincia, strumenti montati e smontati, non da prodotti preconfezionati”.

Dall’ultimo disco “9” suoneranno “Mondo politico”, “Poser”, “Baby I’m in Love”, “ Se sei l’amore”, “1989”, “Que serà, serà” e “il gioco”. Non mancheranno i brani storici della band tra cui “Cambio”, “In ogni Atomo”, fino alle indimenticabili “Mama Maè”, “Magnolia” e “Brucerò per te”.

Francesca Flotta


Vai ai testi dei Negrita


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: NUOVE USCITE MUSICALI