Le Rivoltelle: annullato il concerto perché forse sono lesbiche

06/08/2016

Le Rivoltelle sono un gruppo rock al femminile. Il 20 agosto avrebbero dovuto suonare a Rossano, alla festa di San Pio. L'organizzazione, però, ha deciso di annullare il concerto perché lo sfondo religioso dell'evento non si concilia con l'esuberanza della band.

Le ragazze hanno i capelli corti, qualche tatuaggio e un look aggressivo. Questo è bastato a impensierire la morale cattolica della comunità dell'alto ionio cosentino. Tanto più che le ragazze "pare" siano lesbiche.

Peccato che siano solo supposizioni. E poi, anche se fosse? La parrocchia, con questa abile mossa, ha brillantemente salvato le apparenze dalla pagana lussuria, ma ha fatto fare una figuraccia alla comunità rossanese, che in tutta questa storia diventa sinonimo di pregiudizio.

A rivelare il tutto sono state proprio le Rivoltelle, giustamente arrabbiate e deluse per il benservito ricevuto. "Quello che rende tutto più assurdo e doloroso - racconta Elena Palermo, leader del gruppo - è che la decisione di escluderci si basa solo sul pregiudizio. Le nostre preferenze sessuali non sono mai state né una bandiera, né una cosa da nascondere, ma solo una cosa che non è importante.

Importa quello che diciamo dal palco, come lo diciamo, i temi che affrontiamo. Non quello che ognuna di noi fa in camera da letto".
Il sindaco del paese, Stefano Mascaro, ha cercato di mettere una toppa, prendendo le distanze dai responsabili del gran rifiuto: "Rossano non discrimina nessuno. Se a qualcuno non andava bene questo spettacolo, poteva benissimo lasciare l'organizzazione".

C'è chi mormora anche di una trovata pubblicitaria, per accrescere la visibilità della band o forse dell'evento. Ma a che prezzo?

Temistocle Marasco


Vai ai testi de Le Rivoltelle


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: CONCERTI ED EVENTI