Luis Miguel finisce in carcere

05/05/2017

Luis Miguel, il giovanissimo cantante di "Noi, Ragazzi Di Oggi", è stato trattenuto in stato di arresto nella città di Los Angeles.

La vicenda risale a un pò di tempo fa, quando il suo ex manager William Brockhaus ha intentato una causa contro di lui per mancati compensi. Un tribunale federale ha così condannato la pop star messicana al pagamento di 1 milione di dollari a favore di Brockhaus, che ha dovuto lottare non poco per ottenere i suoi soldi, tra pignoramenti non andati a buon fine e una lunga serie di udienze. Queste stesse udienze sono state sistematicamente disertate da Luis Miguel, nonostante il preciso invito a comparire rivoltogli dai giudici. Di fronte all'ennesima assenza in aula, il tribunale federale di Los Angeles ha deciso di aprirgli le porte della cella, al fine di garantirsi la sua presenza nella successiva udienza.

Il cantante, oggi quarantasettenne, è sbocciato giovanissimo. Il suo primo album, dal titolo "Un Sol", risale addirittura al 1982, quando aveva solo 12 anni. In Italia è conosciuto perchè nel 1985 ha partecipato al festival di Sanremo con la canzone scritta da Toto Cutugno "Noi, Ragazzi Di Oggi", classificandosi secondo.

Quella partecipazione così apprezzata è stata l'inizio di una lunga serie di successi, ottenuti soprattutto nel mercato sudamericano: dischi d'oro e di platino a pioggia, oltre 100 milioni di copie vendute in tutto il mondo e una popolarità che non è seconda a quella di nessuno, neppure ai competitor Enrique Iglesias e Ricky Martin.

Temistocle Marasco


Vai ai testi di Luis Miguel


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: GOSSIP E CURIOSITÀ