Morrissey: il concerto dura solo sei canzoni

14/04/2017

Siamo a Tucson, Arizona. Morrissey si sta esibendo e col suo repertorio sconfinato potrebbe andare avanti per ore. Ma, conclusa la sesta canzone, lascia il palco per non risalire più. Non si è trattato del classico congedo dal pubblico che mettono in scena le band, per poi ripresentarsi e continuare a suonare. Qui si è verificata una resa.

All'inizio del live, i fan erano stati avvisati: "Ho lasciato parte della mia bocca a Guadalajara", aveva detto il cantante britannico. Galeotto fu il Roxy Festival in Messico, responsabile della perdita della sua voce. Nonostante questo, aveva rassicurato il pubblico: "Rimarrò qui e canterò. E, se necessario, cadrò morto".

Forse il problema era più serio del previsto. Fatto sta che l'ex leader degli Smiths non è riuscito a mantenere la sua promessa e, per fortuna, non è neppure collassato sul palco. Si è allontanato sulle sue gambe con gli spettatori che applaudivano.

Dopo alcuni minuti, un membro della band ha preso il microfono spiegando che il concerto era finito: "La sua voce è andata. Avete sentito. Ci ha provato, ha cercato, ci ha veramente provato". Successivamente un portavoce della band ha chiesto scusa ai fan: "Lui vi manda il suo amore e le sue scuse. È davvero imbarazzato. Quando è sceso dal palco l'ho abbracciato e la sua voce era ridotta a un sussurro. Il mio cuore è spezzato, ma se questo è il peggio, ringrazio il Signore. Ci prenderemo cura di lui. Ha bisogno di un pò di riposo per la voce. Per cortesia, cercate di capire. È umano".

Gli accertamenti sanitari eseguiti nella stessa Tucson hanno confermato che Morrissey ha qualche problema e che la sua ugola ha bisogno di un periodo di stop. Proprio per questo è stato anche annullato il concerto sold out che doveva tenersi a San Antonio, in Texas.

Temistocle Marasco


Vai ai testi di Morrissey

Vai ai testi dei The Smiths


Ti piacciono i nostri articoli? Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderne nemmeno uno!!


NEWS NELLA CATEGORIA: GOSSIP E CURIOSITÀ